lunedì 24 marzo 2014

Acqua


L'acqua numero 1 è quella del mare di Palermo dove sono stata lo scorso weekend per il corso "il sogno e il mestiere"...Bellissima e cristallina acqua della spiaggia di Mondello.
L'acqua numero 2 è il litro e mezzo che cerco di bere ogni giorno da circa due settimane perchè la salutista bacchettona che è in me non è mai sazia di nuove esaltanti sfide.
L'acqua numero 3 è quella della tazza di acquarello schifosa e melmosa... ultimamente è l'unica tecnica con cui riesco a disegnare.
Sto illustrando un racconto di bradbury, uno che non parla di fantascienza, ma di infanzia perduta e america ingenua e bucolica (me l'ha consigliato Marta) e anche qui è tutto acqua e quasi niente pigmento, vi lascio alcuni disegni che stavo facendo...
E la primavera inizia così: liquida e trasparente.




venerdì 7 marzo 2014

5+1 libri (illustrati) che mi hanno fatto diventare quella che sono.

Dopo un intenso periodo lavorativo no-stop sto finalmente riprendendo le fila della mia vita sociale, del tempo libero e del mio povero blog! Torno con un post un po' diverso dagli altri... La prossima settimana partirò alla volta di Palermo per tenere in quella splendida città il corso "il sogno e il mestiere" al centro culturale Skenè. La responsabile del centro mi ha fatto una domandona: "Quali sono i 5 libriche ti hanno fatto diventare quella che sei?" di consiglio in consiglio vuole creare una biblioteca per il suo centro. Ma non è un'idea bellissima? Ora, io mi sono impegnata, ed ecco qui per Rosanna e per voi i miei volumi del cuore (rigorosamente illustrati).

1) Gnomi - testo di Will Huygen, illustrato divinamente da Rien Poortvliet (rizzoli).
Ho avuto la fortuna di ritrovare l'edizione originale in grande formato in una bancarella dell'usato qualche anno fa e portarmi via questo capolavoro della mia infanzia per pochi euro. Il volume tratta con approccio rigorosamente scientifico la vita, le abitudini e il folklore gnomesco: uno spasso. é semplicemente un inno alla fantasia, alla possibilità e alla bellezza del mondo naturale ed è pieno di animaletti fluffy. Le illustrazioni sono straordinarie e in stile naturalistico realizzate da uno dei più famosi illustratori olandesi. E sì, ovviamente,"David gnomo" paladino della nostra infanzia catodica è tratto da questo libro.

2) Il GGG - testo di Rohald Dhal, illustrazioni di Quentin Blake (salani).
Chevvelodicoafare? Due mostri sacri e un libro splendido. Non lo avete mai letto? Rimediate! Avete/conoscete un bambino/a dai 7 anni in su? Regalateglielo/leggeteglielo!
Vi dico solo che GGG significa Grande Gigante Gentile, ma che gli altri giganti hanno nomi meravigliosi come Spella-fanciulle, Crocchia-ossa, Vomitoso e Inghiotticicciaviva. E che i "petocchi" (avete capito bene cosa sono...) non saranno più gli stessi dopo la lettura di questa meraviglia.

3) Ascolta il mio cuore - testo di Bianca Pitzorno, illustrazioni di Quentin Blake (mondadori).
Ho letto tutti i libri di Bianca Pitzorno, ma questo forse è quello chi mi ha segnata di più. Non fatevi ingannare dal titolo! é tutto tranne un libro melenso. Parla di giustizia, amicizia, di crescita e di come affrontare le avversità... ed è anche un po' un romanzo storico: le bambine protagoniste studiano nell'Italia del primo dopoguerra.Quando l'ho avuto tra le mani la prima volta io avevo nove anni e l'ho divorato, mia mamma pure! Le illlustrazioni sono sempre di Quentin Blake che non è grande è GRANDISSIMO e accompagnano il libro con una naturalezza e una profondità senza pari.

4) Blankets - testi e illustrazioni di Craig Thompson (rizzoli lizard)
Blankets è la graphic novel che consiglio a tutti. Un esempio perfetto di fusione testo e immagini. é un libro molto profondo che a me fa tornare in mente con precisione chirurgica e quasi dolorosa le emozioni e le scoperte del primo amore, dell'adolescenza delle domande sul sè, sugli altri e su Dio (ebbene sì). Ha vinto tutti i premi possibili ed è uno di quei casi in sui vorrei andare dall'autore, stringergli la mano e dirgli "grazie".

5) Fueye - testi e illustrazioni di Jorge Gonzales (001edizioni)
questa graphic novel è una mia scoperta recente che mi ha folgorata da subito per la bellezza delle illustrazioni e la grande espressività del segno di questo autore-illustratore argentino. Un piccolo gioiello di malinconia, illustrato da un autentico artista.
e in ultimo un piccolo extra
6) Piccole storie di periferia -  testi e illustrazioni di Shaun Tan (rizzoli lizard)
Shaun Tan è un famosissimo illustratore australiano e io consiglio tutti i suoi libri, ma questo ha un posto speciale nella mia biblioteca. Le storie che racconta sono un intreccio delicatissimo di magia e quotidianità e sono sempre accompagnate da illustrazioni splendide, pittoriche, ricche e coinvolgenti: piene di calore. Kind of magic.

anche la mia amica Morena ha stilato la sua lista! Curiosi? Eccola qui 

e voi? Quali sono i vostri libri illustrati preferiti e fondamentali? Consigliatemi! :)


lunedì 6 gennaio 2014

Bravina mai! I buoni propositi.

Per leggere bene: clic sulle immagini! ;) e buon inizio!



lunedì 23 dicembre 2013

'tis the season to be jolly!

Oh!oh!oh! 
Primo post dalla casa nuova e cartolina di Natale 2013!
Oggi qui babbo Natale è arrivato in anticipo e inaspettatamente (mi avevano detto tra 10 giorni) due mega-giga-omoni dell'ikea hanno scaricato pacchi e pacchi di mobili...Così durante le vacanze non mi annoio e mi divertirò con billy e malm etc..
Anche quest'anno la cartolina di Natale è rallegrata da una fluffy bestiola arricchita da un elegante cappottino.
I prossimi giorni di solito saremmo tutti molto impegnati a fare auguri, girare come trottole per gli ultimi regali e organizzare e preparare cibo per cenoni e pranzoni per cui io vi faccio gli auguri adesso...
Buon Natale e buone feste, accendete le lucine e mettete il cappottino elegante, siate allegri anche se non è sempre facile.. come dice il bassotto: this the season to be jolly.



martedì 10 dicembre 2013

Dinosauri natalizi

Dinosauri natalizi è ormai diventato il tema tradizionale del Natale durante il corso di illustrazione (Let's draw!) che tengo a Torino da un paio d'anni. L'anno scorso mi è venuta fuori questa idea balzana e nonostante le facce perplesse dei disegnatori al corso devo dire che la tematica mi dà sempre molta soddisfazione: sono spuntati tra i disegni dei ragazzi: dei t-rex con cappellini rossi, triceratopi danzanti e megarettili mangiatori di soffici gattini (eh eh) e altre deliziose variazioni sul tema.

Quest'anno il periodo natalizio che tanto mi piace è arrivato a tradimento, nel bel mezzo di un momento lavorativo pieno e di un trasloco imminente in una casetta bellissima nel cuore della città: mi sembra di essere su un treno in corsa che punta diritto alla fine dell'anno, che mi troverà in una casa nuova, in una zona nuova della città e con tanti nuovi progetti in testa; ma al momento sono ancora nel bel mezzo del delirio e tutto ciò che posso fare è continuare a lavorare perché tutto avvenga senza troppe catastrofi. Questo fine settimana invece di fare l'albero l'ho passato romanticamente a coprire di una bianca coltre (altrimenti detto "dare il bianco" sotto la guida ferrea di padreh) le pareti di casa.

Non ho molto tempo per fare disegni extralavorativi, ma ho dato anche io il mio contributo al tema natalizio: è il disegno che vedete sopra, come sempre, tutta la mia volontà di essere "roar", si esaurisce in due pennellate di acquerello :)

mercoledì 6 novembre 2013

Eden

Anche quest'anno partecipo al concorso dell'associazione Tapirulan: ogni anno indicono un concorso a tema (e il tema è sempre difficile!) per realizzare un calendario, un catalogo e una mostra...
Due anni fa ero stata selezionata per la mostra e il catalogo (ricordate? il tema era "privacy").
Il tema del 2013 era "Eden" e mi ha messo non poco in difficoltà... Alla fine ho utilizzato uno schizzo realizzato sull'intercity Torino-Follonica grazie all'ausilio della mia manina ferma e della mia vicina di posto, che ogni tanto mi porgeva la gomma con nonchalance, mentre chiacchierava di matrimoni con tutto lo scompartimento.
Dopo aver cercato invano di disegnare foreste grandiose e paesaggi incontaminati ho pensato che l'Eden alla fine ce lo dobbiamo costruire un po' da soli... e così fanno i miei Eve&Adam!
Se volete vedere tutte le tavole in concorso, che sono tantissime e alcune molto belle, qui il link.


giovedì 31 ottobre 2013

Linus and Snoopy waiting for the Great Pumpkin

Happy Halloween!
Quest'anno mi è venuta l'idea di celebrare l'evento con una fanart dedicata a uno dei miei personaggi preferiti di sempre: Linus!
Linus che, in compagnia di Snoopy, ogni anno aspetta trepidante il Grande Cocomero, sempre speranzoso, sempre in buona fede, sempre l'unico convinto che prima o poi il Grande Cocomero arriverà...

Questo è uno dei miei primi esperimenti con le matite colorate che mi sono regalata, qualche giorno fa, in un pomeriggio di selvaggio shopping :)

Spero vi piacciano i miei beniamini e buon "trick or treat" a chiunque passi di qua!

 
Licenza Creative Commons
This opera is licensed under a Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 2.5 Italia License.